mercoledì 16 gennaio 2019

Cybercrime, allerta della Polizia Postale: tentativi estorsivi via email

È nuovamente in corso, in queste ore, in tutta Italia una massiccia attività di spamming a scopo estorsivo attuata, ancora una volta, con l'invio di email in cui gli utenti vengono informati dell'hackeraggio del proprio sistema operativo e dell'account di posta elettronica. È l'allarme lanciato dalla Polizia Postale dopo le numerose segnalazioni arrivati ai compartimenti in diverse
regioni. Sfruttando una vulnerabilità del router, i cybercriminali installano un "trojan horse", vale a dire un malware, che riesce a sottrarre tutti i dati presenti in cellulari, pc e tablet, in particolar modo la cronologia dei siti web visitati, i contatti e le mail. Una volta avuti i dati, i criminali minacciano gli ignari utenti di divulgare a tutti il tipo di siti visitati e chiedono un "riscatto" in criptovaluta per non diffondere le informazioni personali. «Attenzione - si legge sul sito del commissariato online - nulla di tutto ciò è reale»: si tratta solo di «un'invenzione dell'autore del reato, elaborata al solo scopo di gettare il destinatario della mail nel panico e indurlo a pagare la somma illecita». Di per sé, il testo di un'email non è mai pericoloso. La vera minaccia si cela dietro i collegamenti e gli allegati. Questi ultimi sono responsabili della maggior parte delle infezioni nella posta. L'invito della Polizia Postale è chiaro: «non pagare assolutamente alcun riscatto: l'esperienza maturata - si sottolinea - dimostra che, persino quando il criminale dispone effettivamente di nostri dati informatici, dargli soldi determina un accanimento nelle richieste estorsive, per ottenere ulteriore denaro».


Fonte: Commissariato Online
Via: Yahoo Notizie

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...