sabato 13 maggio 2017

Cyberattacco, Polizia Postale monitora situazione Italia: no criticità

La Polizia Postale e delle Comunicazioni sta costantemente monitorando gli effetti del maxi attacco hacker mondiale denominato "Wannacry" ma al momento, per il nostro Paese, "non si segnalano situazioni di criticità": l'Italia è stata colpita ma non massicciamente, tra le vittime sin qui figurano solo "un paio di università, ma nessun servizio essenziale". In
queste ore, nel quartier generale del Cnaipic si lavora soprattutto sulla prevenzione: l'obiettivo è quello di raccogliere quante più informazioni possibile per aiutare le infrastrutture a difendersi. L'attacco informatico, di vaste proporzioni - spiega la Polizia - "sta infettando numerose organizzazioni e aziende in diversi Paesi del mondo". Si tratterebbe di "decine di migliaia di attacchi contemporanei che utilizzano un ransomware che blocca le macchine richiedendo per sbloccarle un vero e proprio riscatto elettronico. Sugli schermi dei computer presi di mira, un messaggio che chiede una somma in bitcoin. Tra i Paesi colpiti Spagna, Usa, Stati Uniti, Cina, Portogallo, Vietnam, Russia e Ucraina". L'exploit utilizzato dai cybercriminali risiede in una vulnerabilità di Windows, conosciuta da tempo e anche chiusa da Microsoft con un aggiornamento di sicurezza, che evidentemente in pochi hanno installato. Per difendersi, "si consiglia l'installazione della patch MS 17-010, rilasciata il 17 marzo, e quella del 9 maggio". Redmond ha aggiunto strumenti di rilevazione e nuovi livelli di protezione contro il cyberattacco.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...