martedì 4 ottobre 2016

Sexextortion, 6mila euro per non pubblicare video: arrestato 30enne

Gli agenti della Polizia Postale di Imperia hanno arrestato un uomo, già denunciato dalla ex moglie per il reato di "atti persecutori" (stalking), con l'accusa di aver esercitato un'estorsione sessuale (sexextortion) nei confronti di una giovane donna. Si tratta di un 30enne residente nella provincia di Napoli, convivente con la propria madre dopo la separazione dalla
moglie. Dopo mesi di sofferenze psicologiche e l'esborso di una consistente somma di denaro (circa 6.000 euro), la giovane vittima, residente nella provincia di Imperia, si è finalmente rivolta alla Polizia Postale per denunciare le continue richieste da parte dell'uomo. Agli investigatori, spiega una nota della Polizia di Stato, la 28enne ha raccontato di aver conosciuto l'uomo sui social network. Dopo alcune conversazioni iniziali di carattere amichevole, tra i due giovani si è creato un rapporto più confidenziale. Complice un atteggiamento affettuoso e protettivo da parte dell'uomo, la donna ha accettato di inviargli un video hard in cui la stessa si vedeva chiaramente in volto. Ricevuto il filmato, però, l'atteggiamento del giovane è cambiato: pesanti ricatti e la richiesta continua di denaro hanno indotto la donna ad assecondarlo con ben diciannove bonifici. L'ultima richiesta, la somma di 3 mila euro accompagnata dalla minaccia di diffondere il video tra gli amici e la pubblicazione di manifesti da affiggere nei vari comuni liguri e nella stessa località dove la vittima risiede, ha convinto la giovane a rivolgersi alla Polizia.

Foto: YouTube

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...