giovedì 7 febbraio 2013

Su Facebook un video con neonato torturato, indaga la Polizia Postale

Un video con un neonato maltrattato da una donna che lo fa ruotare su sè stesso tenendolo per una gamba e in cui si vede il bambino vittima di altre "torture", immesso in rete sul social network Facebook, è stato denunciato dall'Associazione Meter onlus di don Fortunato Di Noto alla Polizia Postale delle comunicazioni di Catania e da un volontario della rete anche a Facebook per l'immediata rimozione e soprattutto per l'individuazione della donna e di chi ha realizzato il video. Il video è stato postato il 30 gennaio scorso da tale Manuela Gomez su una pagina che ha oltre 633 mila "mi piace". La polizia postale di Catania ha accertato che il filmato è stato postato con un nota di disprezzo di Manuela Gomez, che non è l'autrice del video, anzi lo contesta con parole dure: "Compartan a esta estupida, asi se hara justicia Comenta si te indigna!". Il video ha ottenuto finora oltre 437.000 condivisioni pubbliche e quasi 42.000 "mi piace". Gli investigatori si sono attivati e hanno avviato indagini e inviato una segnalazione a Facebook. Sulla vicenda presenteranno un rapporto alla Procura della Repubblica di Catania. Nei mesi scorsi girava un video con una giovane donna asiatica che colpiva e torturava un neonato sopra un letto.


Via: La Sicilia
Foto rappresentativa dal web

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...