mercoledì 29 febbraio 2012

Aveva video con bimbi e stupri, arrestato artigiano nel messinese

Agenti del compartimento polizia postale e delle comunicazioni di Catania hanno arrestato un artigiano di 53 anni residente nella provincia di Messina per detenzione e divulgazione di ingenti quantita' di video pedopornografici. L'inchiesta e' stata avviata nel 2010 su segnalazione della polizia tedesca che, nell'ambito di un'investigazione sulla divulgazione di filmati pedopornografici via internet, aveva individuato diversi utenti, tra cui il siciliano. In un primo momento l'artigiano era stato solo denunciato ma gli accertamenti tecnici hanno poi dimostrato che l'uomo non solo fruiva dei video pornbografici, ma li distribuiva on line. Si tratta di video con pre-adolescenti coinvolti in esplicite attivita' sessuali, o anche con bambini in tenera eta' che vengono stuprati. Migliaia le immagini rinvenute, e sono state recuperate anche quelle che erano state cancellate. Durante l'arresto e' stata eseguita una perquisizione e sequestrato ulteriore materiale informatico.

Fonte: Adnkronos
Foto dal web

domenica 26 febbraio 2012

Internet: primo seminario di navigazione sicura per bambini sordi

"Minori e cyber security: opportunita' e rischi della navigazione in Internet" e' il titolo del percorso formativo sui rischi della navigazione in Internet diretto anche a bambini non udenti. Il progetto, primo del genere in Italia, svoltosi mercoledì scorso a Roma, e' stato rivolto a studenti elementari e medi, genitori e docenti dell'Istituto Statale di Istruzione Specializzata

martedì 21 febbraio 2012

Attenzione al virus della polizia che blocca PC e riproduce Cnaipic

La Polizia postale e delle comunicazioni mette in guardia gli utenti della Rete sulla diffusione di un virus informatico che blocca il PC facendo comparire una schermata che impone il pagamento di 100 euro per poter poi ricevere il codice di sblocco del sistema. L'immagine che compare riproduce fedelmente l'intestazione del Cnaipic, l'ufficio di Polizia che si occupa della

Incensurato ruba McBook Air e chiede riscatto a proprietario, preso

Denunciato a piede libero per ricettazione e tentativo di estorsione dalla polizia postale di Perugia un artigiano incensurato di Castel Ritaldi trovato in possesso di un computer portatile, un MacBook Air, rubato mercoledi' scorso a Perugia dall'auto di un libero professionista. Furto grave per il lavoro come grafico e responsabile marketing racchiusi nella

Intasca soldi operazioni, dipendente poste denunciato e licenziato

Un dipendente di un ufficio postale di Lanciano (Chieti) e' stato denunciato dal personale del Compartimento di polizia postale e delle comunicazioni Abruzzo per il reato di peculato e nello stesso tempo e' stato licenziato da Poste italiane. L'uomo, un 32enne, e' accusato di aver annullato una serie di operazioni effettuate dai clienti delle Poste per il pagamento di bollettini di conto corrente con l'obiettivo di trattenere per se' il denaro. Il danno economico provocato, come ha accertato la Polizia postale, e' di circa 5.000 euro. Le operazioni annullate si riferiscono al pagamento di rate condominiali, rate di finanziarie, tasse di vario genere e bollette e ogni operazione aveva un importo di centinaia di euro.

Fonte: AGI

venerdì 17 febbraio 2012

Mutui a nome di vittime ignare: tredici arresti a Reggio Calabria

Scoperta una truffa ai danni di numerosi cittadini di Reggio Calabria. Un gruppo criminale aveva escogitato un sistema per ottenere finanziamenti e mutui bancari, attraverso documentazioni false, a nome di ignare persone come spiega il dirigente della polizia postale Pasquale Trocino.Gli utenti truffati si vedevano arrivare le ingiunzioni per onorare il debito mai contratto con le banche o con gli uffici postali. Protagonisti un ragioniere commercialista, un'impiegata di banca, l'ex sindaco di Fiumara di Muro e una decina di sodali. Sono in tutto 13 le persone arrestate dalla polizia postale di Reggio Calabria.Le indagini sono iniziate su denuncia di un cittadino truffato che si è trovato a dover restituire un mutuo da 18 mila euro mai chiesto.

Fonte: TM News

martedì 14 febbraio 2012

Facebook: a 63 anni contatti con 300 minori, arrestato pedofilo

Un 63enne di Roma e' stato arrestato dalla polizia postale di Catania, in flagranza di reato, per produzione e detenzione di materiale pedopornografico. L'indagine e' partita dalla segnalazione dell'Associazione Meter, che ha scoperto su Facebook un sospetto che pubblicava foto di bambini nudi. Un agente per mesi ha agito sotto copertura, entrando in contatto con l'uomo e scoprendo che aveva come 'amici' oltre 300 minorenni. Trovate nei suoi pc foto intime di una bambina di 7 anni, figlia di una sua amica. Sono in corso approfondimenti in merito a questa vicenda. Facebook ha provveduto alla cancellazione del profilo oggetto d’indagine.

Via: ANSA

lunedì 13 febbraio 2012

Sanremo: a scuola di sicurezza su Internet con Polizia e Google

Anche quest'anno la Polizia e Google portano a Sanremo in occasione del Festival Non perdere la bussola l'iniziativa rivolta ai giovani delle scuole medie inferiori e superiori per un uso sicuro del web. Il progetto vedra' coinvolti anche genitori ed insegnati: fino al 18 febbraio al centro Congressi Palafiori si svolgeranno incontri con gli studenti. "L'iniziativa", afferma il Questore di Imperia Pasquale Zazzaro, "ha l'obiettivo di sensibilizzare ed educare i giovani ad un utilizzo della rete internet consapevole, responsabile, sicura di questa tecnologia". Ai ragazzi, gli agenti della Postale insegnano a sfruttare le potenzialita' comunicative del web e delle community online senza correre rischi.

Via: ANSA

Crisi: annuncia il suicidio sul blog, salvato dalla polizia postale

Un uomo ha annunciato sul suo blog l'intenzione di uccidersi per vari problemi economici che stava affrontando, ed il messaggio è stato letto dal gestore di un sito religioso che ha avvertito la polizia postale di Catania che è intervenuta sventando così il suicidio di un professionista che risiede nella provincia di Enna. Immediatamente avvertiti, gli agenti hanno contattato l'uomo ascoltando il suo personale sfogo e invitandolo a ritrovare il giusto equilibrio. Il professionista ha ringraziato gli investigatori per il tempestivo intervento.

Fonte: Adnkronos

venerdì 10 febbraio 2012

Anziano tenta di incassare 95mila euro ma era una truffa, denunciato

Cerca di farsi accreditare sul proprio conto corrente postale un assegno falsificato da 95mila euro. Scoperto dalla polizia postale, un 62 enne aretino è stato denunciato all'autorità giudiziaria per ricettazione. La somma era evidentemente troppo grande per non destare dei sospetti. Infatti il Direttore dell’Ufficio è stato immediatamente allertato e a sua volta ha informato la Sezione di Polizia Postale di Arezzo, dalle quali sono partite fitte indagini. Gli agenti hanno appurato che il titolo era falsificato e apparteneva a un carnet di assegni postali di un sacerdote di Guidonia e apparteneva all'Associazione di Terra Santa che si occupa di progetti volti al sostegno alle Comunità Cristiane in Medio Oriente e della conservazione e valorizzazione dei Luoghi Santi.

Via: Arezzo Notizie

martedì 7 febbraio 2012

Web: Polizia Postale, picco arresti pedofili online da 2010 ad oggi

Pedofili online, a caccia delle loro prede sul web. Nel mirino ragazzini da adescare sfruttando le potenzialita' della Rete. Un fenomeno in allarmante crescita, come mostrano i numeri dei pedofili stanati online e finiti in manette. "Dei 398 arresti in flagranza di reato registrati dal '98 - spiega Antonio Apruzzese, direttore della Polizia Postale e delle Comunicazioni, intervenendo a un congresso organizzato oggi a Roma da Telefono Azzurro in occasione della giornata mondiale per la sicurezza su internet - oltre un quarto, per l'esattezza 107 sono stati messi a segno dal 2010 ad oggi". Anche il numero delle denunce mostrano che le insidie in Rete per i minori sono aumentate. "Delle 7.506 denunce registrate in 14 anni di attivita' - fa i conti Apruzzese - 1.319 sono riconducibili agli ultimi due anni". Mentre delle 6.285 perquisizioni, 854 sono avvenute dal 2010 ad oggi. I siti chiusi dal '98 sono stati 179, mentre 1.061 sono stati congelati sul nascere. "Con l'introduzione della black list - riflette il direttore della Polizia Postale e delle Comunicazioni - una bella scure e' scesa sui pedofili che cercano di adescare le loro vittime in Rete. Ma loro hanno aggirato l'ostacolo" approdando sui "social network, dove trovano terreno fertile".

Fonte: Adnkronos

sabato 4 febbraio 2012

Internet: Polizia Postale per incontri in scuole su privacy e sicurezza

Nell'ambito delle iniziative promosse per celebrare il Safer Internet Day 2012, che quest'anno si terra' martedi' 7 febbraio, la Polizia Postale e Google collaborano per organizzare workshop sui temi della sicurezza e della privacy online in tutte le scuole d'Italia. "E' necessario - ha commentato Antonio Apruzzese, direttore del servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni - che i ragazzi imparino a usare internet in maniera critica e sicura, e che acquisiscano le competenze necessarie affinche' navigare nel web rimanga un'opportunita' e non si trasformi in un pericolo''. A partire dal 2011, agli incontri riservati ai ragazzi, che si svolgono durante l'orario scolastico, si e' aggiunta la possibilita' per le scuole di ospitare anche incontri dedicati a genitori e formatori, in modo che possano svolgere il loro ruolo educativo con maggiore consapevolezza.

Fonte: Adnkronos
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...